La Struttura

L'edificio

L’Istituto Leonardo da Vinci si articola in: Scuola Primaria, Scuola Secondaria di I grado, Liceo Scientifico e Liceo Linguistico, tutti paritari. I Licei sono ad ordinamento quadriennale; il primo anno dei Licei è equipollente al primo biennio dei rispettivi Licei ad ordinamento quinquennale.

L’Istituto ha la sua sede in un edificio storico nel comune di Lugano (via Nassa 66) in una posizione facilmente accessibile e si sviluppa su quattro piani:

   primo piano: Segreteria amministrativa e didattica, Sala delle Bandiere, aula musica, laboratorio multifunzionale, sala mensa, cucina, servizi igienici.

   secondo piano: Liceo Scientifico, Presidenza, Vice presidenze, aula docenti, aula informatica, servizi igienici.

   terzo piano: Scuola Primaria, aula docenti e biblioteca, aula di lingue, aula di disegno, servizi igienici.

   terzo piano ala ovest: Scuola Secondaria di I grado, aula di lingue, aula di scienze.

   quarto piano: Liceo Linguistico, aula di disegno, aule di lingue, aule per lo studio assistito, sportello IL GECO, sala di ricevimento

quarto piano ala ovest: spazio giochi dedicato alla primaria

 

Tutte le aule nelle quali si svolgono le attività didattiche sono dotate di LIM e computer con collegamento alla rete locale e a Internet.

LE NOSTRE AULE

alunni-istituto-leonardo-da-vinci
IMG_0560
aula-scuola-primaria-istituto-leonardo-da-vinci
aula
alunni-liceo
IMG_0532 (1)
IMG_0604

 

L’Istituto è dotato di un’aula di informatica che dispone di ventitré stazioni di lavoro collegate in rete locale e ad Internet. L’aula è utilizzata per lavori di videoscrittura, impaginazione, per l’uso di programmi didattici di diverse materie. Gli allievi utilizzano l’attrezzatura informatica sotto la vigilanza degli insegnanti incaricati.

AULA INFORMATICA

aula-informatica-1-istituto-leonardo-da-vinci
aula-informatica-3-istituto-leonardo-da-vinci
IMG_0612
IMG_0544

 

È a disposizione una sala mensa per gli allievi. Il tempo dedicato ai pasti va vissuto da parte degli alunni come ulteriore momento educativo e di socializzazione, nel rispetto delle regole.

MENSA

refezione4-istituto-leonardo-da-vinci
refezione2-istituto-leonardo-da-vinci
refezione1-istituto-leonardo-da-vinci
refezione3-istituto-leonardo-da-vinci

 

Scelte educative e didattiche

Le scelte educative del nostro Istituto mirano a mettere in grado i nostri alunni di operare le proprie scelte universitarie e professionali. Elementi indispensabili al raggiungimento di tale fine sono una solida cultura generale, il possesso di capacità linguistiche e logico-strumentali di buon livello, l’elasticità mentale, la capacità di adeguarsi ai nuovi processi sociali, economici e tecnologici.

Riteniamo pertanto compito della scuola mobilitare le capacità degli allievi, consolidare i loro punti di forza, renderli consapevoli dei limiti propri e altrui, far loro accettare gli altri nella loro complessità e diversità.

Intendiamo fornire opportunità didattiche e stimoli culturali nel quadro di una visione pedagogica che, pur scegliendo di partire dal vissuto di ciascun alunno, non manca di pretendere un impegno serio e sistematico e l’acquisizione di un corretto metodo di studio.

L’Istituto individua nelle seguenti finalità i fattori che qualificano  il proprio impegno:

Promuovere la riflessione critica sulla memoria culturale, religiosa, etnica e acquisire la coscienza di sé come storia delle relazioni interpersonali da cui origina la propria identità.

Superare la paura del nuovo e del confronto insegnando a mettersi in gioco e ad accettare i propri errori.

Stimolare il controllo critico dell’informazione veicolata dagli strumenti mediatici.

Educare all’appartenenza alla società e all’esercizio della cittadinanza nel rispetto della legalità.

Sul piano didattico, in particolare si punta a:

Stimolare l’applicazione pratica di conoscenze e abilità acquisite.

Far acquisire la capacità di accrescere autonomamente il proprio sapere.

Far acquisire competenze nell’uso dei mezzi informatici.

 

Strategie

Per raggiungere gli obiettivi prefissati si farà uso, nel rispetto della libertà d’insegnamento, di alcune metodologie comuni:

Lezione frontale

Non si tratta di una lezione “ex cathedra”, ma di un rapporto interattivo tra docenti e classe caratterizzata dal continuo stimolo ad una partecipazione attiva degli allievi al dialogo educativo e didattico

Lavoro di gruppo

Occasionalmente gli studenti si organizzano in gruppi e lavorano a ricerche, rappresentazioni grafiche, tecniche. Tale metodo intende abituare gli allievi alla collaborazione, sviluppare la socializzazione, responsabilizzarli ed educarli ad avere rispetto delle idee altrui

Interventi individualizzati

L’individualizzazione come trattamento differenziato degli alunni è una strategia che consente di soddisfare le necessità di formazione di ciascuno. Ciò comporta l’adesione al principio secondo il quale il lavoro di insegnamento-apprendimento deve adeguare le proposte didattiche alle reali potenzialità dei singoli alunni

Scuola Digitale - LIM

Per sviluppare e potenziare l’innovazione didattica attraverso l’uso delle tecnologie informatiche l’Istituto si è dotato di kit tecnologici composti da Lavagne Interattive Multimediali con proiettore integrato e personal computer presenti in tutte le aule dei tre ordini di scuola. La Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) svolge infatti un ruolo chiave per l’innovazione della didattica: è uno strumento “a misura di scuola” che consente di integrare le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione nella didattica in classe e in modo trasversale alle diverse discipline. La scuola è inoltre dotata di un Laboratorio di informatica che prevede 23 postazioni computer in rete e con collegamenti internet.

A supporto delle nostre finalità educative

La scuola si avvale dello sportello di ascolto e consulenza psicologica e formativa in sede (a cura della Cooperativa IL GECO), per studenti e genitori. Nel corso dell’anno sono organizzate serate a tema dedicate al confronto, all’orientamento e alla formazione dei genitori su specifiche tematiche preventivamente individuate con il corpo docenti e attività laboratoriali con gli alunni, svolte durante le ore curricolari.

La scuola si avvale

Anche della presenza continuativa di un insegnante specializzato a supporto della didattica.

 

Iniziative per favorire l’inserimento degli alunni stranieri

L’istituto considera le iscrizioni degli alunni stranieri come contributo per una educazione aperta e multiculturale finalizzata alla conoscenza ed al confronto di culture diverse. L’esperienza ci dice che per rispondere ai bisogni linguistici degli alunni stranieri non italofoni sono necessari tempi, strumenti e risorse di qualità. In particolare nella prima fase un intervento efficace dovrebbe prevedere circa 8-10 ore settimanali dedicate all’italiano L2 per una durata di 3-4 mesi.

Si organizzeranno esperienze linguistiche per l'apprendimento intensivo della lingua italiana a vari livelli, fornendo gli elementi base per la conoscenza della lingua italiana attraverso le abilità nell'ascolto, nella lingua parlata, nella lettura e nella scrittura.

 

Visite e viaggi di istruzione

Per completare l’azione didattico-educativa si affianca all’apprendimento teorico tradizionale un metodo cognitivo più dinamico, moderno e concreto, consistente in visite di carattere culturale.

È superfluo indicare quanto sia più coinvolgente, interessante e proficua l’osservazione diretta di opere figurative, di monumenti, di testimonianze archeologiche, di esperimenti e tecnologie innovative.

Queste “escursioni”, oltre a favorire la socializzazione, sono preparate e coordinate con il preciso scopo di coinvolgere gli alunni a svolgere ricerche tecniche e storiche miranti a leggere e comprendere l’oggetto nel suo contesto territoriale, a conoscere e valorizzare usi e tradizioni di altre civiltà senza pregiudizi. L’esperienza si concretizza con la stesura di schede, di testi con documentazioni grafiche e fotografiche fino all’allestimento di mostre o stampati illustrativi.

La felice posizione geografica dell’Istituto permette di scegliere itinerari legati alla nostra cultura italiana in Piemonte, in Lombardia e nella stessa terra ticinese, ed escursioni nella Svizzera interna dove si respira la cultura dei popoli germanici.

 

Territorio e utenza

L’Istituto Leonardo da Vinci agisce in una realtà italofona (Cantone Ticino). Essendo la lingua italiana il veicolo di comunicazione corrente non si registrano particolari problemi di ordine didattico anche se una piccola percentuale degli iscritti non è di madrelingua. La circostante realtà socio-economica è stabile dal profilo sociale e benestante da quello economico.

Gli iscritti, nella misura di circa il 60%, sono figli di imprenditori e professionisti italiani che risiedono in Svizzera. Un 20%  è rappresentato dai cittadini del Cantone ed il restante 20% di varia provenienza europea. Vi è tra questi, e tendenzialmente in aumento, un gruppo di liceali che provengono dalla vicina area di confine (provincia di Como e Varese).

 Studenti italiani 60%  

 Studenti svizzeri 20%  

 Altri studenti 20%  

Gli italiani residenti nel cantone scelgono l’Istituto per dare ai propri figli una formazione spiccatamente italiana e un titolo di studio che ha valore legale nel mondo, mentre gli svizzeri, oltre al valore del titolo, si iscrivono al Leonardo alla ricerca di una formazione ricca culturalmente e articolata nei contenuti.

L’interesse per la nostra scuola, che è pienamente inserita nel contesto scolastico locale, deriva anche dalla sua “filosofia”, che propone un’offerta formativa articolata nei contenuti e innovativa nell’approccio didattico.

L’adesione alla realtà locale e l’esigenza di una formazione forte dal punto di vista delle lingue straniere hanno portato al potenziamento della lingua inglese il cui studio è intrapreso già alle elementari. Lettori di francese e tedesco, lingue nazionali svizzere, affiancano le maestre e i docenti di lingue unitamente ai lettori d’inglese.